Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare si accetta implicitamente l'utilizzo degli stessi. Per saperne di più clicca qui
>
I nostri uffici
I PAESI BASSI
Pool Villas b.v.
Jacob van Lenneplaan 36
3743 AR Baarn
I PAESI BASSI
Tel. +31 (0)35 3038120
reservations@poolvillas.com

BTW: NL804935671B01
KvK: 24259986
SPAGNA
Pool Villas International
Av. de Palmela 56
03730 Jávea (Alicante)
SPAGNA
reservations@poolvillas.com
Pool Villas Moraira
Camino Andrago 1, 2B
03725, Teulada Moraira (Alicante)
SPAGNA
reservations@poolvillas.com
www.poolvillas.com
Affitta la tua casa con noi
Attraverso il nostro sito web gli ospiti possono prenotare con conferma immediata e pagamento. Collaboriamo con tutti i principali siti web internazionali di noleggio. Leggi tutto....
Carte di credito


CONDIZIONI DI VIAGGIO ANVR

Sommario

Articolo 1. Introduzione

Articolo 2. Informazioni fornite dall'operatore turistico

Articolo 3. Informazioni fornite dal viaggiatore

Articolo 4. Conferma/Revoca da parte dell'operatore turistico

Articolo 5. Modifiche da parte dell'operatore turistico

Articolo 6. Aiuto e assistenza

Articolo 7. Responsabilità dell'operatore turistico

Articolo 8. Diritti del viaggiatore

Articolo 9. Annullamento da parte del viaggiatore

Articolo 10. Pagamento

Articolo 11. Obblighi del viaggiatore

Articolo 12. Reclami

Articolo 13. Controversie

Articolo 14. Garanzia di adempimento

Articolo 1. Introduzione

1.1. Le presenti condizioni di viaggio vengono applicate a contratti di viaggio stipulati legalmente tra l'operatore turistico e uno o più viaggiatori.

1.2. Le presenti condizioni di viaggio possono essere inoltre dichiarate valide anche per altri servizi di viaggio, come alloggio; noleggio auto; spostamenti mediante navetta. Ciò deve essere esplicitamente riportato nell'offerta.

1.3. Il viaggiatore ha diritto a recedere dal contratto di viaggio entro 24 ore dalla sua stipulazione senza costi aggiuntivi e senza dover fornire ragioni, a meno che tale diritto non venga escluso nell'offerta dall'uso del termine 'prenotazione definitiva'. In tale ambito, il termine 'viaggiatore' indica esclusivamente la persona che ha effettuato la prenotazione o la sottoscrizione. Il viaggiatore non può avvalersi del diritto di recesso nel caso in cui il contratto di viaggio sia stato stipulato entro 8 settimane dalla partenza, anche nel caso delle cosiddette "crociere".

Articolo 2. Informazioni fornite dall'operatore turistico

2.1 Prima della stipulazione del contratto di viaggio, l'operatore turistico dovrà comunicare la data in cui il viaggio dovrà essere saldato (nella sua interezza). L'operatore turistico può esigere il pagamento di una caparra, il cui ammontare verrà comunicato prima della stipulazione del contratto.

2.2 Per la stipulazione del contratto di viaggio, l'operatore turistico può richiedere al viaggiatore di stipulare un'assicurazione viaggi e di mostrare la relativa conferma.

2.3 L'operatore turistico non si assume alcuna responsabilità relativamente alle informazioni generali contenute in fotografie, dépliant, pubblicità, siti Web e altri supporti informativi, poiché elaborati o pubblicati da terze parti.

2.4 Nel caso in cui l'offerta di viaggio sia stata riportata in una pubblicazione (Internet) dell'operatore turistico, le informazioni ivi contenute fanno parte integrante del contratto, a meno che diversamente indicato.

2.5 L'operatore turistico si impegna a fornire le informazioni di carattere obbligatorio entro e non oltre la data di stipulazione del contratto. Il viaggiatore si assume la responsabilità di acquisire le informazioni supplementari necessarie presso le autorità competenti relativamente ai passaporti e agli obblighi del visto e di verificare in tempo prima della partenza che le informazioni ottenute in precedenza non siano state nel frattempo modificate.

2.6 In caso di trasporto aereo, l'identità del vettore aereo operativo verrà comunicata al viaggiatore non appena sarà nota all'operatore turistico, entro e non oltre la data di consegna dei documenti di viaggio. Gli orari di partenza e di arrivo definitivi dei diversi tragitti del viaggio verranno comunicati nei documenti di viaggio.

Articolo 3 Informazioni fornite dal viaggiatore

3.1 Il viaggiatore fornirà in tempo, prima della stipulazione del contratto, tutti i dati relativi alla sua persona e ai viaggiatori da lui iscritti che possano essere rilevanti al fine della stipulazione o dell'applicazione del contratto. In ogni caso, tali informazioni includono il numero o i numeri di telefono cellulare e l'indirizzo o gli indirizzi e-mail.

3.2 Il viaggiatore indicherà le circostanze che potrebbero essere rilevanti per l'operatore turistico al fine del buon svolgimento del viaggio fornendo informazioni suo stato fisico e mentale, così come sulle caratteristiche e sulla composizione del gruppo di viaggiatori da lui iscritto.

3.3 Nel caso in cui il viaggiatore non fornisca le informazioni richieste, l'operatore turistico o un suo rappresentante potrà decidere di escludere lui e gli altri viaggiatori dalla partecipazione (ulteriore) al viaggio. In tal caso, tutti i costi associati risulteranno a carico del viaggiatore.

3.4 Il viaggiatore potrà richiedere all'operatore turistico di modificare l'offerta di viaggio per ragioni mediche o di altro tipo. L'operatore turistico non ha l'obbligo di soddisfare tale richiesta, tuttavia, in caso lo facesse, il viaggiatore avrà l'obbligo di risarcire le eventuali spese associate a tale modifica.

Articolo 4. Conferma/Revoca da parte del operatore turistico

4.1 Il contratto entra in vigore nel momento in cui il viaggiatore accetta l'offerta dell'operatore turistico, incluse le condizioni applicate dichiarate. In seguito all'entrata in vigore del contratto, il viaggiatore riceverà il prima possibile una conferma e/o una fattura.

4.2 L'operatore turistico potrà annullare il contratto di viaggio entro la data riportata nell'offerta nel caso in cui il numero di iscrizioni sia inferiore al numero di partecipanti minimo richiesto reso noto prima della prenotazione.

4.3 L'offerta dell'operatore turistico è senza impegno e potrà essere annullata dallo stesso in caso di necessità, anche in seguito all'accettazione dell'offerta da parte del viaggiatore e dell'eventuale conferma da parte dell'operatore turistico. È consentito l'annullamento al fine di correggere errori relativi al calcolo del prezzo del viaggio ed errori di altro tipo. L'annullamento deve essere inoltrato il prima possibile, in ogni caso entro rispettivamente 24 ore (viaggi verso l'Europa e i paesi del Mediterraneo) ed entro 48 ore (viaggi verso altre destinazioni) dopo la data di accettazione comunicando le relative ragioni. In tal caso, il viaggiatore avrà diritto al rimborso immediato dell'eventuale somma di denaro versata.

4.4 Eventuali errori e/o sbagli non sono vincolanti per l'operatore turistico. Dalla prospettiva del viaggiatore medio, tali errori e sbagli sono, a prima vista, resi noti come tali o come tali accettati.

Articolo 5. Modifiche da parte dell'operatore turistico

5.1 L'operatore turistico potrà modificare il contratto di viaggio solo in caso di circostanze di rilievo che verranno comunicate immediatamente al viaggiatore. Il viaggiatore potrà rifiutare la modifica soltanto qualora questa comporti per lui uno svantaggio significativo.

5.2 L'operatore turistico potrà inoltre modificare un punto essenziale del contratto di viaggio a causa di circostanze di rilievo che avrà comunicato immediatamente, vale a dire senza nessun ritardo a lui imputabile, al viaggiatore. Il viaggiatore potrà rifiutare tale modifica.

5.3 L'operatore turistico potrà aumentare il prezzo del viaggio fino a venti giorni prima dell'inizio del viaggio per ragioni dovute a modifiche nei costi di trasporto (tra cui i costi del carburante) o nelle imposte e nelle tasse dovute. Nell'applicazione della presente clausola, l'operatore turistico indicherà il metodo di calcolo di tale incremento. Il viaggiatore potrà rifiutare l'incremento.

5.4 A partire dalla data in cui il prezzo totale del viaggio, in base alle condizioni indicate dall'operatore turistico, deve essere versato e viene effettivamente versato, l'operatore turistico, in deroga a ciò che viene stabilito al paragrafo 3, non potrà aumentare ulteriormente il prezzo del viaggio.

5.5 In caso di modifica di un punto essenziale del contratto, l'operatore turistico dovrà, quando possibile, offrire immediatamente un'alternativa al viaggiatore L'offerta alternativa dovrà avere valore equivalente. Il valore equivalente dell'alloggio alternativo dovrà essere giudicata in base a criteri obiettivi.

5.6 In seguito a un rifiuto, come indicato nei paragrafi 2 e 3, l'operatore turistico potrà annullare il contratto di viaggio. Il viaggiatore avrà diritto a un rimborso o alla cancellazione del prezzo del viaggio o di una sua parte proporzionale nel caso in cui il viaggio abbia già avuto (parzialmente) luogo. Il viaggiatore potrà avvalersi dello stesso diritto nel caso in cui abbia rifiutato una modifica che comportava per lui uno svantaggio significativo.

5.7.

  1. Nel caso in cui il motivo della modifica possa essere ascritto all'operatore turistico, i danni conseguenti per il viaggiatore saranno a carico dell'operatore turistico.
  2. Nel caso in cui il motivo della modifica possa essere ascritto al viaggiatore, i relativi danni conseguenti saranno a carico del viaggiatore.
  3. Nel caso in cui il motivo della modifica non possa essere ascritto né al viaggiatore né all'operatore turistico, ciascuna delle parti sosterrà i propri danni.

5.8. L'operatore turistico ha l'obbligo di informare il viaggiatore della modifica dell'orario di partenza. Se si tratta del viaggio di ritorno di viaggiatori che hanno prenotato esclusivamente il trasporto e/o di cui non si conosce l'indirizzo di residenza, l'operatore turistico farà tutto ciò che è ragionevolmente possibile per informarli della modifica.

Articolo 6. Aiuto e assistenza

6.1. L'operatore turistico ha l'obbligo, a seconda delle circostanze, di fornire al viaggiatore aiuto e assistenza nel caso in cui il viaggio non si svolga secondo le aspettative che il viaggiatore si sia ragionevolmente creato in base al contratto. I relativi costi derivanti saranno a carico dell'operatore turistico, nel caso in cui sia responsabile della mancata applicazione del contratto.

6.2. Nel caso in cui il motivo sia responsabilità del viaggiatore, l'operatore turistico avrà l'obbligo di fornire aiuto e assistenza solo nella misura in cui ciò sia ragionevolmente possibile. In tal caso, i relativi costi saranno a carico del viaggiatore.

6.3 Nel caso in cui il viaggio non si svolga in base alle aspettative che il viaggiatore si è ragionevolmente creato in base al contratto, a causa di circostanze che non sono responsabilità né del viaggiatore né dell'operatore turistico, ciascuna parte sosterrà i propri danni. Per l'operatore turistico, ciò potrebbe significare, tra l'altro, un ulteriore dispiegamento di manodopera, mentre per il viaggiatore ciò potrebbe significare, tra l'altro, costi di soggiorno e di rimpatrio supplementari.

Articolo 7. Responsabilità dell'operatore turistico

7.1 La responsabilità per danni subiti dal viaggiatore si limita a tre volte il prezzo del viaggio, a meno che l'operatore turistico non svolga lui stesso il servizio e/o se si può parlare di intenzione o imprudenza deliberata da parte dell'operatore turistico. L'operatore turistico non può escludere o limitare la sua responsabilità per danni causati dal decesso del viaggiatore o da lesioni da lui subite.

7.2 L'inadempimento di un accordo che può essere attribuito all'operatore turistico obbliga quest'ultimo a risarcire perdite che non riguardano danni materiali, quando, a causa di tale inadempimento, il viaggio perde il suo carattere piacevole. Il risarcimento corrisponde al prezzo del viaggio.

7.3. Nel caso in cui a un servizio inserito nel contratto di viaggio venga applicato un trattato o un regolamento dell'Unione Europea, l'operatore turistico potrà appellarsi all'esclusione o alla limitazione di responsabilità conferita o concessa da tale trattato o regolamento al fornitore di servizi come tale.

7.4. L'operatore turistico non sarà responsabile nemmeno nel caso e nella misura in cui il viaggiatore abbia potuto compensare i propri danni per mezzo di un'assicurazione da lui stipulata, come ad esempio, un'assicurazione viaggi e/o annullamento.

Articolo 8. Diritti del viaggiatore

8.1. Sostituzione

8.1.1. Il viaggiatore può richiedere all'operatore turistico di farsi sostituire da un altro viaggiatore. In questo caso, verranno applicate le condizioni seguenti:

  • l'altro viaggiatore soddisfa tutte le condizioni vincolate al contratto; e
  • la richiesta deve essere inoltrata entro e non oltre 7 giorni dal giorno della partenza e
  • comunque in tempo per poter svolgere le operazioni e le formalità necessarie; e

    le condizioni imposte dai fornitori del servizio al momento dell'applicazione non contrastano con tale sostituzione.

8.1.2. Il notificante, il viaggiatore e la persona che lo sostituirà sono i responsabili principali nei confronti dell'operatore turistico per il pagamento della quota del prezzo del viaggio ancora da versare, dei costi relativi alla modifica e di eventuali costi aggiuntivi derivati dalla sostituzione.

8.2. Documenti di viaggio

8.2.1. Nella conferma, l'operatore turistico indicherà la tempistica e il metodo di consegna dei documenti di viaggio al viaggiatore.

8.2.2. Nel caso in cui il viaggiatore non abbia ricevuto i suoi documenti di viaggio entro la data indicata dall'operatore turistico, e comunque entro 5 giorni dalla partenza, dovrà notificare immediatamente l'operatore turistico o l'ufficio di prenotazione.

Articolo 9. Annullamento da parte del viaggiatore

9.1. Il viaggiatore ha diritto all'annullamento del contratto di viaggio. In tal caso, avrà l'obbligo di risarcire l'operatore turistico per i danni derivati da tale annullamento. Il risarcimento corrisponde al pagamento della somma relativa al prezzo del viaggio.

9.2. Tali danni possono essere stabiliti dall'operatore turistico in base a percentuali fisse del prezzo del viaggio a seconda della data in cui è stato inoltrato l'annullamento (costi di annullamento). L'operatore turistico dovrà comunicare tali percentuali al viaggiatore prima della stipulazione del contratto di viaggio.

9.3. Il viaggiatore che annulla il contratto di viaggio dovrà saldare i costi di annullamento, a meno che non riesca a dimostrare che i danni subiti dall'operatore turistico siano di portata minima. In tal caso, l'operatore turistico si farà carico di tali danni minori. Per danni si intendono le perdite subite e i mancati guadagni.

9.4. I viaggi in zone per cui vige una limitazione di copertura fissa o una situazione suscettibile di risarcimento in base alla Commissione calamità del Fondo calamità (Calamiteitencommissie van het Calamiteitenfonds) possono essere annullati dal viaggiatore senza costi aggiuntivi fino a 30 giorni prima della partenza oppure, se possibile e auspicabile, è possibile modificare la prenotazione.

Articolo 10. Pagamento

10.1. Il viaggiatore che non salderà i suoi obblighi finanziari entro la data indicata dall'operatore turistico (articolo 2.1) sarà considerato legalmente inadempiente.

10.2. Nel caso in cui il pagamento non venga effettuato (in tempo), il viaggiatore verrà avvertito dall'operatore turistico o da un suo rappresentante e gli verrà offerto un periodo di 14 giorni per poter adempiere ai suoi obblighi. Nel caso in cui il pagamento non venga effettuato, il contratto verrà considerato come nullo a partire da tale data. Le quote già versate verranno risolte unitamente alle spese di annullamento.

10.3. Il viaggiatore che non ha saldato in tempo la somma dovuta dovrà versare gli interessi legali a partire dalla data di inadempienza. In seguito al sollecito, sarà tenuto inoltre a versare le spese di riscossione extragiudiziali indicate nel paragrafo 4.

10.4. Le spese extragiudiziali costituiscono al massimo il 15% del prezzo del viaggio fino a € 2500,--; il 10% sui seguenti € 2500,--; il 5% sui seguenti € 5000,-- e l'1% sul resto della somma. L'operatore turistico potrà applicare cifre e percentuali diverse da quelle menzionate sempre che siano vantaggiose per il viaggiatore

Articolo 11. Obblighi del viaggiatore

11.1. Il viaggiatore ha l'obbligo di attenersi a tutte le indicazioni fornite dall'operatore turistico o da un suo rappresentante ed è responsabile dei danni causati dai suoi comportamenti, che verranno valutati in base a un comportamento considerato generalmente corretto per un viaggiatore.

11.2. Il viaggiatore che causa o può causare tali inconvenienti e disturbi, che per questa ragione ostacola o può ostacolare il corretto svolgimento del viaggio, potrà essere escluso dall'(ulteriore partecipazione) al viaggio da parte dell'operatore turistico se questi non può ragionevolmente prevedere che il contratto verrà rispettato. Le relative spese derivanti saranno a carico del viaggiatore.

11.3. Il viaggiatore ha l'obbligo di evitare e di limitare il più possibile eventuali danni.

11.4. Entro 24 ore dall'ora di partenza indicata per il viaggio di ritorno, ciascun viaggiatore dovrà verificare l'ora di partenza esatta.

Articolo 12. Reclami

Durante il viaggio

12.1. Eventuali reclami relativi all'applicazione del contratto dovranno essere comunicati sul posto il prima possibile in modo da poter individuare una soluzione soddisfacente. A tale scopo, il viaggiatore dovrà rivolgersi (in quest'ordine) a:

  1. il fornitore del servizio interessato
  2. la guida di viaggio oppure, se questa non è presente o disponibile;
  3. l'operatore turistico.

12.2. Nel caso in cui tale inadempienza non venga risolta e incida sulla qualità del viaggio, ciò dovrà essere sempre comunicato immediatamente, vale a dire senza alcun ritardo imputabile, all'operatore turistico nei Paesi Bassi.

12.3. Se un'inadempienza non viene risolta sul posto in modo soddisfacente, l'operatore turistico offrirà la possibilità di sporgere reclamo (segnalazione di reclamo).

12.4. L'operatore turistico si occuperà di fornire le informazioni relative alla procedura da seguire in loco, ai dettagli di contatto e alla disponibilità degli interessati.

12.5. Nel caso in cui il viaggiatore non si sia attenuto all'obbligo di notifica e alla registrazione del reclamo in base al metodo indicato dall'operatore turistico impedendo al fornitore del servizio o all'operatore turistico di rimediare all'inadempienza, è possibile che perda il proprio diritto al risarcimento dei danni (parziale).

Dopo il viaggio

12.6. Se un reclamo non viene risolto in modo soddisfacente, dovrà essere presentato nel modo indicato il prima possibile e comunque entro due mesi dalla conclusione del viaggio (o del servizio usufruito) o dalla data di partenza iniziale se il viaggio non ha avuto luogo. Se disponibile, il viaggiatore allegherà una copia della segnalazione della notifica.

12.7. Se riguarda la stipulazione di un contratto, il reclamo deve essere presentato presso l'ufficio di prenotazione il prima possibile e comunque entro due mesi dalla data in cui il viaggiatore è venuto a conoscenza dei fatti che riguardano il reclamo.

12.8. Nel caso in cui il viaggiatore non presenti il reclamo entro i tempi richiesti, tale reclamo non verrà preso in esame, a meno che il viaggiatore non sia ragionevolmente responsabile di tale situazione.

12.9. L'operatore turistico fornirà una risposta dettagliata in merito entro un mese dalla ricezione del reclamo.

Articolo 13. Controversie

13.1.

  1. Se un reclamo non viene risolto in modo soddisfacente, il viaggiatore potrà inoltrare la controversia all'ente Geschillencommissie Reizen, Postbus 90600, 2509 LP, L'Aia (www.sgc.nl) entro dodici (12) mesi dalla data di presentazione del reclamo presso l'operatore turistico o l'ufficio di prenotazione in conformità con l'articolo 12.6 o l'articolo 12.7. Questa Commissione si occupa esclusivamente di reclami di persone fisiche che non agiscono nell'esercizio di una professione o di una società.
  2. La Geschillencommissie (Commissione controversie) emetterà una sentenza in base alle condizioni che vengono stabilite nel relativo regolamento. La decisione della Geschillencommissie costituisce parere vincolante per le parti coinvolte. Per la gestione della controversa è soggetta a pagamento.

13.2. Tutti i diritti di indennizzo scadono un anno dopo la conclusione del viaggio (o, se il viaggio non ha avuto luogo, un anno dopo la data di partenza iniziale).

13.3.

  1. Il viaggiatore che non desidera fare uso alcuno della procedura consultiva vincolante indicata nel paragrafo precedente ha il diritto di rivolgersi al tribunale competente.
  2. Ai contratti che vengono stipulati, modificati o integrati sulle basi delle presenti condizioni di viaggio viene applicato il diritto olandese, a meno che venga applicato un diritto diverso in base a norme vincolanti.
  3. Solo un tribunale olandese dispone della competenza per prendere in esame tali controversie, a meno che, in base a norme vincolanti, tale competenza non spetti a un tribunale diverso.

Articolo 14. Garanzia di adempimento

14.1. L'ANVR garantisce l'adempimento dei pareri vincolanti della Geschillencommissie Reizen da parte dei suoi membri, a meno che il membro non sottoponga il parere vincolante al tribunale al fine del suo annullamento entro due mesi dal suo invio. Tale garanzia viene rinnovata nel caso in cui il parere vincolante rimanga invariato in seguito all'esame del tribunale e la sentenza che ne deriva passi in giudicato.

14.2. La garanzia offerta dall'ANVR si limita a € 10.000,-- per parere vincolante. L'ANVR fornisce questa garanzia a condizione che il viaggiatore che presenta ricorso trasferisca (ceda) la sua controversia all'ANVR sulle basi del parere vincolante per una cifra massima corrispondente alla somma versata pagando simultaneamente il ricorso relativo alla garanzia di adempimento.

14.3. L'ANVR non fornisce alcuna garanzia di adempimento nel caso in cui, prima che la Geschillencommissie Reizen prenda in esame la controversia e venga presentata una decisione finale, si verifichi una delle situazioni seguenti:

  • al membro viene concessa un'amministrazione controllata; o
  • il membro ha dichiarato fallimento; o
  • le attività commerciali del membro sono di fatto terminate.

    Fattore determinante per quest'ultima situazione è la data in cui la cessazione di attività è stata registrata presso il Registro delle imprese o una data precedente in cui l'ANVR può presumibilmente dedurre che le attività commerciali siano effettivamente terminate.

14.4. Per l'applicazione della garanzia di adempimento, il viaggiatore deve presentare un ricorso per iscritto presso l'ANVR (www.anvr.nl).

[+]
Pool Villas bv
Pool Villas bv
Jacob Lenneplaan 36
3743AR, Baarn
Paesi Bassi
Tel: +31 (0)35 3038120
www.poolvillasibiza.com
Social Media
Non perdere mai le nostre offerte
Online Booking System Powered by i-rent.net